Per salvaguardare le nostra salute siamo chiamati a cambiare abitudini. Niente più contatti, limitate attività di socializzazione, ‘smart working’ per chi ne ha la possibilità. Cambiamenti che non potevamo immaginare anche solo un mese fa.

L’incertezza è inevitabile, ma non possiamo stare con le mani in mano. Giorno dopo giorno ascoltiamo le novità e cerchiamo delle strategie per adeguarci al meglio alla situazione e trovare soluzioni sostenibili. 

Se abbiamo la fortuna di stare bene, possiamo approfittare di questo momento per creare delle buone abitudini.

i bambini sono a casa

organizzarsi ai tempi del corona virus 2

Niente scuola, niente attività. I primi giorni sono stati di emergenza, ora è arrivato il momento di organizzare le giornate perché diventino un tempo utile e sia possibile vivere più serenamente possibile questo momento.

Le scuole iniziano a preparare attività didattiche a distanza e ad assegnare i compiti. Dedichiamo una parte della granata a questa attività. Creiamo una routine in modo che sia più facile, anche per i più piccoli, ritrovare la normalità.

Se non è possibile fare diversamente sostituiamo le attività sportive con qualche passeggiata, magari prendendoci il tempo per osservare quello che c’è intorno a noi: alberi, fiori, edifici, monumenti… tutto quello che ci circonda e che abbiamo trascurato. Rispettando, ovviamente le regole di distanza.

lavorare a distanza

Se siete liberi professionisti, e non lavoravate in ‘smart working’ già prima dell’arrivo del virus, le vostre giornate probabilmente sono state stravolte. Utilizzare i servizi online disponibili può aiutarvi a mantenere attivo almeno una parte del vostro lavoro.

Google, sia la versione per le aziende che quella gratuita, destinata a privati, può essere una buona risorsa per condividere documenti (Google Drive) o meglio ancora, lavorare in modo collaborativo a distanza. Ad esempio, se condividete il file Google Documenti con un collega, entrambi potrete accedere per scrivere e fare modifiche come se foste fianco a fianco. Stesso vale per Google Numeri e Google Presentazioni.

Annullate tutte le riunioni, possiamo tenerci in contatto con strumenti come Skype e Google Hangouts. Sono servizi gratuiti che ci permettono di non perdere il contatto con i colleghi pur rispettando le regole di sicurezza.

Se vi hanno annullato lavori questo può essere un tempo utile dedicato alla vostra formazione (a distanza o tramite libri) e alla pianificazione strategica, per pensare a nuovi interessanti progetti. Così, una volta usciti da questa situazione, sarete pronti per nuove sfide.

 

vuoi dei consigli su come organizzare le tue giornate a casa o come gestire al meglio il tuo lavoro da casa?

contattami per una consulenza, anche io sono in ‘smart working’